Statistiche
  viva maiale!
Sburrita
Friggere - Frittura
Home baking : The artful ...
 
Contenuti più visti di oggi:
Dolci della Toscana
Spianatoia
Conserve
La cuisine coloniale : 100 rec...
Cottura dello zucchero - Caram...
 
Contenuti più visti in totale:
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Come pulire e cuocere gli aspa...
Spinaci (pulizia e cottura)
Cottura dello zucchero - Caram...
Montare gli albumi
 
ricette
Lussekatter - Lussebullar

Questi sono i panini a forma di esse e gialli di zafferano tipici dei festeggiamenti svedesi per Santa Lucia. La forma più diffusa è appunto la esse ma possono essere foggiati nelle forme più arzigogolate: come la parrucca di un magistrato, a girandola, a osso, a gatto ma sempre punteggiati dalle uvette. In realtà il loro nome deriva da lucifero: con il loro colore giallo i panini dovrebbero scacciare il diavolo. I festeggiamenti di Santa Lucia sono molto sentiti in Svezia, un tripudio di candeline alle finestre illumina le facciate già da metà novembre. Il 13 dicembre la tradizione vuole che la figlia maggiore di casa, vestita di bianco e con una corona di candeline serva la colazione ai genitori: lussekatter e caffè, la bevanda nazionale. Questa versione è abbastanza semplice, non ci sono né doppie lievitazioni né lunghe lavorazioni con burro in pomata come in altre ricette, il risultato però corrisponde agli originali mangiati a Stoccolma.

 

per 25 panini

  • 2 grammi di stigmi di zafferano
  • 150 gr di zucchero
  • 150 gr di burro
  • 3 dl di latte freddo
  • un uovo leggermente battuto
  • 50 gr di lievito di birra
  • 650-700 gr di farina
  • 100 uvette sultanine lavate e asciugate
  • un tuorlo d'uovo leggermente battuto con due cucchiai di acqua
  • un pizzico di sale

 

Pestare nel mortaio gli stigmi di zafferano con un cucchiaio dello zucchero, unirvi il pizzico di sale.

Far fondere il burro con lo zucchero ed unirvi il latte freddo, verificare che la temperatura non superi quella corporea. Porre il lievito in una capace zuppiera e versarvi il composto di burro e scioglierlo. Versarvi la farina ed incorporarla con un cucchiaio di legno. Aggiungere anche lo zafferano e l'uovo intero. Amalgamare il tutto e trasferire sulla spianatoia. Lavorare con le mani per 15-20 minuti; l'impasto inizialmente sarà molto appiccicoso ma via via si compatterà in bel panetto morbido che andrà lavorato con cura. Trasferire in una zuppiera pulita, coprire con della pellicola senza sigillare e far lievitare per circa mezz'ora.

Trascorso il tempo di riposo allungare l'impasto e dividerlo in 25 pezzi. Prendere in mano il primo che è stato tagliato e rollarlo velocemente con le dita per formare un cilindro di circa 20 cm. Avvolgere le estremità per formare delle esse rovesciate e deporre via via i panini ben distanziati su di una placca coperta di carta forno. Decorare il centro di ciascuna voluta con due uvette. Coprire con un panno pulito e far lievitare per circa mezz'ora.

Cuocere in forno preriscaldato a 200°C e cuocere per 15 minuti. Levare dal forno e pennellare i panini con il tuorlo d'uovo sbattuto con l'acqua. Rimettere in forno e cuocere ancora per 2 minuti.

Servire tiepidi ma sono buoni anche freddi.

emilia onesti

2902 letture
Inserito da Emilia Onesti il 2009-03-02 11:58:29