Statistiche
  viva maiale!
Sburrita
Friggere - Frittura
Home baking : The artful ...
 
Contenuti più visti di oggi:
Caponèt
Come trattare cipolla e scalog...
Fare la fontana
Sobrich di patate (versione do...
Spinaci (pulizia e cottura)
 
Contenuti più visti in totale:
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Come pulire e cuocere gli aspa...
Spinaci (pulizia e cottura)
Cottura dello zucchero - Caram...
Montare gli albumi
 
territorio
Slada bortokal bil zaytoun (Insalata di arance, olive e cipolla)
La ricetta di questa fresca insalata marocchina è tratta dal libro "Arabesque" di Claudia Roden. Per il condimento l'olio di argan non è assolutamente indispensabile ma è caldamente consigliato. Qui in Italia non è facile procurarsi le arance amare, a meno che si abbiano nel giardino, quindi seguiamo il consiglio dell'autrice e prepariamo l'insalata con le arance comuni. Le dosi sono giuste per quattro persone, per sei non basta di sicuro, tanto è buona!
 
 
Le arance amare sono quelle usate più comunemente in Marocco ma questa insalata è buona anche con quelle dolci. L'olio di argan dona una nota particolare.

per 6 persone

  • 4 arance
  • 16 olive nere [snocciolate]
  • 1 grossa cipolla rossa, finemente tritata
  • il succo di ½ o 1 limone
  • 3 cucchiai di olio di argan o di olio extra vergine d'oliva
  • sale
  • ½ cucchiaino di cumino il polvere
  • ½ cucchiaino di paprika
  • un pizzico di peperoncino macinato
  • un mazzetto di prezzemolo, tritato


Pelare le arance eliminando anche la parte bianca. Con un coltello ben affilato tagliarle in fette spesse e poi in quattro [, oppure pelare al vivo gli spicchi]. Disporle su di un piatto di servizio insieme alle olive e alle cipolle.
Preparare il condimento mescolando il succo di limone, l'olio d'oliva o d'argan, sale, cumino, paprika e peperoncino; versare sull'insalata. Spolverare con il prezzemolo tritato.
Variante
Al posto del succo di limone, unire un limone intero, sbucciato eliminando anche la parte bianca, tagliato a fette e poi a pezzetti piccoli.
Traduzione di emilia onesti

3507 letture
Inserito da Emilia Onesti il 2009-06-18 14:10:14