Statistiche
  viva maiale!
Sburrita
Friggere - Frittura
Home baking : The artful ...
 
Contenuti più visti di oggi:
Biff à la Lindström
Codice della cucina piemontese
Chiffonade
Bue al cucchiaio
Come pulire e cuocere gli aspa...
 
Contenuti più visti in totale:
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Come pulire e cuocere gli aspa...
Spinaci (pulizia e cottura)
Cottura dello zucchero - Caram...
Montare gli albumi
 
ingredienti
Mandolina - Affettaverdure

La mandolina (chiamata talvolta mandolino) o affettaverdure è uno strumento di metallo o di plastica sul quale far scorrere degli ingredienti da tagliare. È il movimento che ricorda appunto quello con cui si suona il mandolino. La lama è posta di sbieco sul piano di scorrimento per facilitare il movimento degli ingredienti e quindi il taglio. Esistono mandoline con regolatore di spessore nonché con lame differenti, lisce e ondulate che affettano, oppure dotate di piccole lame trasversali che affettando tagliano anche a bastoncino o in julienne (a seconda della distanza fra le lame). Molti modelli sono dotati di un ferma-verdure per evitare di tagliarsi le dita, per tutti gli altri fare solo molta attenzione, ché si prende facilmente il via e la carotina finisce subito!

Esiste inoltre la mandolina a dischi rotanti, un treppiede con manovella che fa girare dei dischi sui cui vengono premuti gli ingredienti da tagliare. A seconda del fori del disco si ottengono tagli di vario tipo, da julienne sottilissime fino ai bastoncini.

Sebbene quasi tutti i robot da cucina possiedano gli accessori per affettare e tagliare in julienne, a fiammifero e a bastoncino, i vecchi strumenti manuali rimangono validi per la loro semplicità d'uso e per la minor quantità di oggetti da lavare e riporre a lavoro terminato.

Con la mandolina si tagliano bene quasi tutte le verdure, tenere o consistenti che siano. Se la lama non è perfettamente affilata può risultare difficile affettare le cipolle, gli scalogni ed i porri, che tendono a rompersi invece di tagliarsi in anelli perfetti.

 

emilia onesti

8143 letture
Inserito da Emilia Onesti il 2008-06-27 00:16:43