Statistiche
  viva maiale!
Sburrita
Friggere - Frittura
Home baking : The artful ...
 
Contenuti più visti di oggi:
Baccalà e stoccafisso
Brodo di manzo e gallina - Les...
Lavorazione delle uova - Fare ...
Appassire
Come pulire e cuocere gli aspa...
 
Contenuti più visti in totale:
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Come pulire e cuocere gli aspa...
Spinaci (pulizia e cottura)
Cottura dello zucchero - Caram...
Montare gli albumi
 
ricette
Crespelle – Crêpes

Questa è la ricetta base per preparare le crespelle italiane, ossia le ben più note crêpes francesi. La ricetta è esattamente quella che ho imparato al Corso Base alla Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu di Firenze tanti anni fa e che, ancora immutata, rimane nel repertorio delle ricette perfette. Le crespelle ottenute possono essere utilizzate per preparazioni sia dolci che salate e possono essere conservate in frigorifero per alcuni giorni. Spesso conviene raddoppiare la dose per fare una scorta da utilizzare per un dolce improvvisato come le crêpes suzette o delle crespelle con una composta di frutta.

 

Per circa 12 crespelle di Ø 20 cm

  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 200 gr di farina
  • ½ lt abbondante di latte freddo
  • olio extra vergine d'oliva

 

In una terrina mescolare le uova, unire la farina setacciata ed il latte per formare una pastella. Far riposare in un luogo fresco per un'ora mescolando di tanto in tanto per sciogliere i grumi che si saranno formati.

Trascorso il tempo scaldare una padella di ferro dai bordi bassi e svasati ed ungerla con un panno intinto nell'olio. Quando sarà ben calda versarvi una piccola quantità di pastella e roteando la padella farla scorrere per coprire tutta la superficie. Quando i brodi inizieranno a seccarsi girare la crespella con una spatola (o con il salto) e farla cuocere anche dall'altro lato. È probabile che la prima crespella non venga, succede spesso perché la temperatura non è ancora stata regolata: considerare che se la padella è fredda la pastella non aderisce, se è troppo calda la pastella forma delle bollicine e non scorre. Procedere fino ad esaurimento della pastella ungendo la padella con il panno intinto nell'olio ogni due o tre crespelle. Via via che sono pronte impilare le crespelle su di un piatto. A lavoro ultimato sigillare con pellicola per non farle seccare. Se non vengono utilizzate in breve tempo, conservarle in frigorifero.

 

emilia onesti

4774 letture
Inserito da Emilia Onesti il 2007-10-03 11:17:06