Statistiche
  viva maiale!
Sburrita
Friggere - Frittura
Home baking : The artful ...
 
Contenuti più visti di oggi:
Come pulire e cuocere gli aspa...
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Spinaci (pulizia e cottura)
Come preparare le patate
Come trattare l’aglio
 
Contenuti più visti in totale:
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Come pulire e cuocere gli aspa...
Spinaci (pulizia e cottura)
Cottura dello zucchero - Caram...
Montare gli albumi
 
Crocchette di magro al tonno

Queste piccole polpette sono buonissime. La ricetta è tratta dal libro di Mariù Salvatori de Zuliani "La cucina di Versilia e Garfagnana". Si tratta di una preparazione della cucina casalinga versiliese che difficilmente trova spazio nei menù dei ristoranti. Anche a "La Dogana" di Camaiore non si leggono sulla carta ma magari su richiesta ne arriva un bel piatto. E se a tavola c'era un fratello famelico (il mio Fabio) era difficile mangiarne più di due, le finiva in un attimo!

 

antipasto per 4 persone

Molto usate in tutta la Versilia per i «giorni di magro», ossia i venerdì, quando c'era il divieto, per i cristiani, di mangiare carne.

Mettere 100 gr di tonno in scatola in una scodella senza sbriciolarlo; ricoprirlo con acqua e latte in parti uguali, lasciandoli così a compenetrarsi per almeno 2 ore. A parte, fare una densa besciamella (fuoco basso) mettendo in una casseruola ½ cucchiaio di burro e ½ di farina bianca, amalgamandoli bene mescolando. Aggiungete a poco a poco 1 bicchiere di latte; mescolate di continuo, togliete dal fuoco appena la salsa, bollendo, si addenserà. Poco prima del pranzo, togliete dal pezzo di tonno tenuto a parte nella tazza, quel po' di acqua e di latte in cui è stato immerso; mettete il tonno nel tagliere, tritatelo finemente [...], passatelo in una insalatiera, unitevi la besciamella e mescolate con un cucchiaio di legno. Unitevi 1 cucchiaio colmo di parmigiano grattato, una presina di pepe e una di sale, 1 tuorlo d'uovo, 1 cucchiaio di pane grattato [o due] e setacciare il tutto qualora il composto presentasse grumi. Montare a neve l'albume dell'uovo che terrete da parte. Con l'impasto fate tante palline grosse come una noce; passatele prima nell'albume montato a neve, poi nel pane grattato. Friggetele, scolatele di mano in mano che si saranno dorate e disponetele sul piatto di portata caldo e sopra un tovagliolino. Tenete in caldo fino al momento di servire, ponendo il piatto sopra una casseruola nella quale bolle un poco di acqua.

4114 letture
Inserito da Emilia Onesti il 2009-03-30 13:07:49