Statistiche
  viva maiale!
Sburrita
Friggere - Frittura
Home baking : The artful ...
 
Contenuti più visti di oggi:
Spinaci (pulizia e cottura)
La cucina di "Madonna Lesina" ...
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Il grande libro della vera cuc...
Cottura della pasta
 
Contenuti più visti in totale:
Legumi secchi, ammollo e cottu...
Come pulire e cuocere gli aspa...
Spinaci (pulizia e cottura)
Cottura dello zucchero - Caram...
Montare gli albumi
 
Crostini di fegatini

I crostini di fegatini sono i crostini toscani per eccellenza, diffusi in tutta la regione. Il pane da utilizzare è quello toscano, senza sale, c'è anche chi usa le frustine che sono più comode da tagliare. La base di pane può essere semplicemente tostata oppure tostata e poi bagnata con poco brodo bollente, ognuno ha la sua scuola! La crema di fegatini deve essere ben calda, se si prevede che ognuno spalmi il proprio crostino in tavola è bene servire l'impasto in dei contenitori riscaldati, ad esempio quelli di coccio con la candela sotto.

 

per 4 persone

  • 300 gr di fegatini di pollo
  • ½ cipolla rossa, affettata sottilmente
  • 40 gr di burro
  • ½ bicchiere di marsala secco
  • 20 gr di capperi sott'aceto
  • 2 acciughe sotto sale, lavate e diliscate
  • brodo di carne (opzionale)
  • sale
  • fette di pane toscano o di frusta da crostini

 

Pulire i fegatini eliminando ogni filamento di grasso e facendo attenzione a non incidere la sacca del fiele, se fosse presente (di solito viene rimossa prima della vendita). Tagliarli a pezzi e porli in una ciotola con abbondante acqua fredda per eliminare quanto più sangue possibile.

In una casseruola far fondere il burro, aggiungere la cipolla ed i fegatini. Far rosolare bene per circa 10 minuti, salare ed aggiungere il marsala. Quando il vino sarà evaporato levare dal fuoco, trasferire il composto su di un tagliere, aggiungervi i capperi e le acciughe e tritare finemente con il coltello. In alternativa mettere tutto nel bicchiere del tritatutto e frullare finché il composto non è omogeneo senza però renderlo troppo liscio Rimettere nella casseruola a scaldare senza però far bollire. Se il composto fosse troppo asciutto aggiungere qualche cucchiaio di brodo caldo. Spalmare la crema calda sul pane appena tostato.

3006 letture
Inserito da Emilia Onesti il 2007-05-03 12:33:44